Nicola Terracciano

UNA IDEA DEL LIBRO

I Funghi del Giardino Inglese della Reggia di Caserta nella interpretazione di Nicola Terracciano

Il libro presenta i disegni e le annotazioni  del Terracciano, che fu dal 1861 al 1903  Direttore del Giardino Reale e dell’Orto Botanico della reggia di Caserta.

Le 136 schede dei funghi illustrati e commentati dall’insigne botanico sono state fedelmente riprodotte e i funghi sono stati  identificati nei limiti del possibile dai micologi V. Migliozzi e M. Camboni che hanno redatto delle schede di revisione critica bilingui.

 Il volume contiene anche notizie sulla vita e opere di Nicola Terracciano, sulla sua attività presso i giardini e il parco della Reggia  e un profilo storico della nascita e conservazione del Giardino Inglese.

Recensione del libro della rivista MYCOTAXON

I funghi del Giardino Inglese della Reggia di Caserta. By Nicola Terracciano. March 2006. Nuova Micologia, Associazione di studi Micologici Onlus, Via di Villa Patrizi 2/c, 1-00161 Rome, Italy (e-mail: c/o rambelli@unitus.it). Pp. 199, numerous annotated line drawings. ISBN not indicated. Price 25 €.

Nicola Terracciano

(1837-1921) è stato Direttore del Giardino Reale e dell’orto Botanico di Caserta dal 1862 al 1903, e il giardino è visto come una riserva naturale nel mezzo di una conurbazione cittadina. Ha pubblicato molti lavori di botanica e non fu un esperto in micologia, ma  fece accurati disegni ed esaurienti osservazioni microscopiche, comprese delle sezioni verticali, di 137 macromiceti incontrati. I disegni e le note originali sono pubblicati nel volume per la prima volta, con commenti e osservazioni sulla loro più probabile identificazione  da parte dei micologi di Nuova Micologia; le note in Italiano sono seguite da una traduzione in Inglese.  Quasi tutti sono Agarici e sebbene non sia stato possibile identificare tutte le specie, per molte lo è stato, e questo fornisce una preziosa testimonianza dei macromiceti presenti nel Giardino durante quel periodo.  Sarebbe interessante paragonare queste registrazioni con le specie presenti oggi. Si tratta di un delizioso lavoro storico in cui immergersi mentre ci si rilassa godendosi un Campari e soda, e sono certo che quei micologi abbastanza fortunati da averne una copia ne trarranno un forte diletto. La pubblicazione è stata resa possibile dal contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali Italiano, ed è piacevole vedere l’importanza che il Ministero chiaramente attribuisce ai funghi come parte della cultura Italiana.

Nicola Terracciano (1837-1921) was Director of the Real Giardino e Orto Botanico di Caserta from 1862-1903, and the garden is viewed as if a nature reserve in the midst of a city conurbation. She published extensively on plants, and was not an expert mycologist, but made careful drawings and estensive macroscopical observations on 137 macromycetes she encountered, including vertical sections. The original drawings and notes are published here for the first time, along with commentaries as to their probable identities by mycologists in Nuova Micologia; the Italian commentaries are followed by translations in English. Almost all are agarics, and while not all the species could be reliably identified, most could and so this provides a valuable record of the macromycetes present in the garden during that period. It would be interesting to compare these records with species present today. This is a delightful historical work to dip into while relaxing with a Campari and soda, and I am sure it will be enjoyed by many mycologists fortunate enough to obtain a copy. The publication was made possible through the Ministerio per i Beni e le Attività Culturali of Italy, and it is pleasing to see the importance the Ministerio clearly attaches to fungi as a part of Italy’s culture.
Share and Enjoy:
  • Print
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • PDF
  • RSS
  • email

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Traduci il sito

    Translate from:

    Translate to: