Mostra 2011

Guarda il video  realizzato in occasione della mostra da Rai2

La Mostra Micologica
Roma 5, 6 e 7 novembre 2011

<<Quest’anno rischiamo grosso…>> era l’affermazione più diffusa tra i soci fino a poche ore prima della manifestazione. L’inizio dell’autunno, dal punto di vista meteorologico, è stato assolutamente sfavorevole alla produzione di funghi: quasi totale assenza di piogge, caldo eccessivo fino alla fine di ottobre, “alluvioni” assolutamente inutili (anzi dannose) ai fini dello sviluppo della flora fungina. Il rischio che si correva era di organizzare una mostra micologica… senza funghi! o quasi.
Numerose associazioni ed enti, infatti, sono stati costretti ad annullare mostre e sagre per la mancanza di “materie prime”.
Noi no. Il colpo di coda della stagione e, soprattutto, il grande impegno profuso da tutti gli appassionati e micologi (soci e non) hanno consentito alla manifestazione di quest’anno (decima edizione!) di sfiorare il record di funghi esposti e di visitatori presenti nei tre giorni di apertura al pubblico, compreso quello riservato ai ragazzi delle scuole. Un record è stato ampiamente battuto: quello di partecipazione dei soci nell’allestimento del locale e del padiglione multimediale, nella raccolta del materiale fresco, nella determinazione delle specie e nell’accoglienza dei visitatori. Da sottolineare la particolare cura posta dalle signore addette all’approvvigionamento dei “generi di conforto”, necessari sia per il rinfresco successivo all’inaugurazione, sia per la “sopravvivenza” di tutti coloro che erano impegnati nella gestione dell’evento.

La manifestazione, ancora una volta svoltasi nella splendida Aranciera del Semenzaio di San Sisto, dal 5 al 7 novembre, è stata inaugurata alla presenza del dr. Bruno Cignini, Dirigente del 10° Dipartimento – Tutela Ambientale e del Verde del Comune di Roma (nostro partner nell’organizzazione della Mostra), già ospite nel 2008 per il tradizionale taglio del nastro. Il dr. Cignini ha auspicato una sempre maggior collaborazione tra la nostra associazione e le strutture del Comune, anche al fine di produrre un “Dizionario” delle specie fungine presenti nel territorio comunale.
La presenza della TV alla manifestazione ha costituito una piacevole sorpresa; RAI2 e RAI3 hanno infatti realizzato due servizi andati in onda nei giorni successivi, impreziositi dalle interviste rilasciate dal Presidente Luigi Corbò ed dal micologo Antonio Mallozzi.
Ha ottenuto un successo straordinario la conferenza "Ecologia e morfologia del genere Amanita", tenuta con grande competenza dal micologo Pieremilio Ceccon, che ha fatto il punto sulle conoscenze scientifiche maturate sul Genere, con l’ausilio di splendide ed appropriate immagini che hanno accompagnato il suo intervento.
Grande interesse hanno destato tra i visitatori anche le conversazioni con le quali i micologi Achille Zuchegna e Andrea Traversi hanno intrattenuto il pubblico nel padiglione multimediale.

Per quanto riguarda i funghi esposti (l’elenco completo delle specie è consultabile in questa pagina), l’attenzione dei visitatori si è concentrata sia sull’ambiente abilmente ricostruito con l’aiuto degli addetti del Servizio Giardini, sia sulle principali specie tossiche, sui rischi di confusione con quelle commestibili e su quelle più spettacolari. Tra queste, come nelle precedenti edizioni, il Meripilus giganteus ha svolto la parte del leone: l’esemplare di oltre 30 kg è stato raccolto dal socio Alberto Tomassi che si dice abbia provveduto negli ultimi mesi ad innaffiarlo quotidianamente nel bosco, vista l’assenza di piogge…!

Ancora una volta tutto ha funzionato alla perfezione grazie alla sapiente “regia” e al grande impegno di Paolo Lavezzo, vero “papà” di questa nostra importante iniziativa.

Foto della mostra

Share and Enjoy:
  • Print
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • PDF
  • RSS
  • email

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Traduci il sito

    Translate from:

    Translate to: