Lactuca serriola L.

Lactuca serriola

Famiglia: Asteraceae (ex Compositae)

Nomi volgari: Lattuga selvatica, Lattuga spinosa, Pianta bussola.

Descrizione: pianta annuale o biennale, alta fino a 1,2 metri. Il fusto è eretto e diventa più chiaro e legnoso alla fioritura. Al taglio secerne un latice bianco. Le foglie oblunghe sono lanceolate e pinnate, di un verde glauco e la nervatura della parte inferiore è setolosa-subspinosa. I capolini fiorali sono piccoli, di un giallo pallido e sistemati in una pannocchia estesa.

Fioritura: luglio, agosto ed anche settembre.

Habitat: è molto diffusa sia in Italia che nelle regioni temperate di tutti i continenti. Predilige incolti, luoghi soleggiati, vecchi muri. Cresce dal livello del mare fino a 800/1000 m..

Principi attivi e usi fitoterapici: il suo latice bianco è stato usato come calmante nelle irritazioni delle vie aeree, come sedativo nervoso, come anafrodisiaco e antinsonnia, per le sue proprietà antispasmodiche. L’olio estratto dagli acheni è utilizzato nell’industria.

Usi alimentari: in cucina, le foglie giovani della rosetta basale, leggermente amare, possono essere utilizzate in insalata con altre erbe. La pianta adulta è consumata cotta, sola o in un misto di erbe selvatiche.

Curiosità e note: E’ una pianta conosciuta ed usata sin dall’antichità in Grecia, a Creta ed in Egitto. Ne parla anche Teofrasto. Il piano verticale secondo il quale si dispongono le foglie sarebbe il Nord/Sud, parallele ai raggi del sole, da cui l’appellativo di erba bussola.

Share and Enjoy:
  • Print
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • PDF
  • RSS
  • email

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Traduci il sito

    Translate from:

    Translate to: