Papaver rhoeas L.

Papaver_rhoeas

Famiglia: Papaveraceae.

Nomi volgari:Rosolaccio, Papavero selvatico.

Descrizione: E’ una pianta erbacea annuale con radice bianca a fittone ed un’altezza anche di 1 m.. Nasce con una fitta rosetta di foglie alla base da cui si sviluppano poi i fusti pelosi, dritti e ramificati. Le foglie, tenere, sono di forma ovale, lunghe e profondamente lobate e dentate. I fiori sono grandi, solitari, portati da lunghi peduncoli ed hanno quattro petali di un colore rosso sangue con, alla base, una macchia nera. Tutta la pianta emette un forte odore ed al taglio produce un latice bianco.

Fioritura: fiorisce soprattutto in primavera, ma in alcuni luoghi più riparati fino a luglio.

Habitat: pianta cosmopolita la troviamo in tutta l’Italia, nord Africa, in Europa e nelle zone a clima temperato. Cresce dal piano fino a 1800  metri s.l.m. nei campi coltivati ed incolti

Principi attivi e usi fitoterapici: ha proprietà calmanti e leggermente narcotiche. Viene quindi usata contro l’insonnia, la pertosse e l’asma bronchiale. I cataplasmi sono antinfiammatori. Per uso esterno l’infuso di petali sembra portare giovamento nei casi di mal d’orecchio e ascessi dentali. I petali sono ottimi anche come coloranti.

Usi alimentari: la rosetta basale giovane si può usare cruda, in insalata, o cotta.. I semi, che non contengono principi attivi, sono molto usati per guarnire in superficie dolci e pane.

Curiosità e note: il nome sembra derivare dal celtico “papa” = pappa per un’antica usanza di unire il suo latice alla pappa per far dormire meglio i bambini. Rhoeas deriva dal greco “reo” = cado, per i petali facilmente caduchi. Come curiosità ricordiamo che questo fiore nel mondo anglosassone è dedicato alla memoria delle vittime delle due guerre mondiali: Si narra anche che il famoso Gengis Khan spargesse sempre dei semi di papavero sui campi di battaglia per rispetto di coloro che vi erano caduti con onore.

Share and Enjoy:
  • Print
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • PDF
  • RSS
  • email

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Traduci il sito

    Translate from:

    Translate to: