Primula veris L.

Primula veris

Famiglia :P rimulaceae.

Nomi volgari: Primula odorosa, primavera, primaverula

Descrizione: è una pianta erbacea, perenne, di un’altezza che varia tra i 15 e i 25 cm. caratterizzata dall’avere foglie disposte a formare una rosetta basale. Le foglie sono ovali con margine  dentato, ristrette verso la base e con superficie bollosa nella pagina superiore  e leggermente pelosa in quella inferiore. Il colore è verde scuro. Il fusto consiste in un sottile scapo cilindrico ed eretto. L’infiorescenza è formata da uno scapo floreale con in cima un insieme di fiori peduncolati, con corolla più lunga del calice, di colore giallo dorato o bianco con cinque lobi. I fiori sono profumati.

Fioritura: da fine marzo a tutta la primavera.

Habitat: in Italia è diffusa al Nord ed al centro. E’ assente nel Sud e nelle isole. Comune anche in Europa  ed in Asia. Predilige i prati ed i boschi soprattutto di roverella e conifere. Si può trovare da 200 a 2000 m. s.l.m..

Principi attivi e usi fitoterapici: le diverse parti della pianta hanno proprietà diverse, da quella curativa delle ferite alla calmante, espettorante, antispasmodica e diuretica.

Usi alimentari: le foglie giovani possono essere mangiate sia crude che cotte ed i fiori in insalata. Con le foglie si può preparare anche un gradevole tè.

Curiosità e note: il nome deriva probabilmente dal latino “primus”. Ad usare il nome “primula” è stato, nel 1500,  il medico e botanico senese P.A. Matthioli. Per il nome specifico “veris” l’etimologia è incerta. In Europa, per i salicilati presenti nella radice, questa parte della pianta viene usata per curare l’artrite e quindi in molti vecchi erbari viene chiamata “radix arthritica”.

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • PDF
  • RSS
  • email

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Traduci il sito

    Translate from:

    Translate to: