Volvariella bombycina

Volvariella bombycina   (Jacob Schaeffer:Fr) Singer

Regno: Funghi

Divisione: Basidiomycota

Classe: Hymenoascomycetes

Sottoclasse: Agaricomycetideae

Ordine: Pluteales

Genere: Volvariella

Specie: Volvariella bombycina

E’ un fungo facilmente identificabile attraverso le sue caratteristiche macroscopiche.

Nel corso delle sue “esplorazioni” all’interno della Cerreta di Manziana il nostro socio Alberto Tomassi si è imbattuto in alcuni esemplari di Volvariella bombycina. E’ un fungo interessante e abbastanza raro che tuttavia anche io ho avuto occasione di rintracciare, sempre in primavera e sempre nel bosco di Manziana.

Si presenta  con un cappello che può raggiungere i 20 cm di diametro, inizialmente bianco puro, emisferico-ovoidale, rivestito di fibrille argentee molto fitte che conferiscono alla cuticola un aspetto lucente e sericeo e all’orlo del cappello una leggera tomentosità eccedente. In seguito il cappello tende a divenire giallastro a partire dal centro, e a fornirsi di un basso ambone. Le lamelle sono bianche, poi leggermente rosate, fino a tingersi di un color salmone per la sovrapposizione delle spore di tale colore. Il gambo è slanciato, robusto, alto fino a 20 cm, bianco, poi leggermente ocraceo, pruinoso in prossimità del cappello. Volva molto appariscente, ampia e staccata dal gambo (pare quasi una scodellina); inizialmente bianca, tende anch’essa ad assumere tonalità ocracee. Carne biancastra, odore di legno. Cresce infatti in prossimità dei tronchi di varie latifoglie e probabilmente su radici interrate o su detriti legnosi. E’ dato come ottimo fungo commestibile; anche l’odore di legno sparisce con la cottura.

Attenzione però a non confondere la V. bombycina con la Amanita verna: quest’ultima  ha l’anello, una volva stretta e inguainante, lamelle sempre bianche e non ha odore di legno.

Sandro Ascarelli

 

 

 

 

 

 

Bibliografia  essenziale:

R. Courtecuisse: Guide aux champignons de France et d’Europe, pag 288

M. Moser:  Guida alla determinazione dei funghi, pag. 226

M.Bon :Champignons d’Europe Occidentale pag. 198

Rinaldi, Vassilli & Tendalo: Atlante dei Funghi, pag 41

Ricken: Le Agaricacee, pag. 246

M. Lange: Guide des champignons, pag. 118

J. Breitenbach e F. Kranzlin: Champignons de la Suisse, tomo IV, pag 134

B. Cetto: I funghi dal vero, Vol I, pag 133

A. Marchand:Champignons du nord e du midì, Vol II, pag.18

G. Pacioni: Funghi, scheda 158.

Share and Enjoy:
  • Print
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • PDF
  • RSS
  • email

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Traduci il sito

    Translate from:

    Translate to: